Iperammortamento sulle vending machine di nuova generazione

Vending machine agevolabili con l’iper ammortamento purché di nuova generazione ed interconnesse. Il chiarimento è contenuto nella circolare 177355 diffusa ieri dal Mise. Fuori dalla agevolazione i silos, anche se dotati di attrezzatura sensoristica in quanto beni immobili. Il ministero analizza varie tipologie di investimenti in relazione ai requisiti tecnici previsti dall’allegato A) alla legge di bilancio 2017 e alla interconnessione.

Sui distributori automatici di prodotti finiti o utilizzati per somministrazione di alimenti e bevande, il ministero ricorda preliminarmente che l’agevolazione non è limitata ad uno specifico settore produttivo, ma si estende anche alle imprese del commercio o dei servizi. Secondo il Mise, poi, i distributori automatici possono essere ricompresi all’interno del punto 12 della tabella A) (magazzini automatizzati interconnessi ai sistemi gestionali di fabbrica) e dunque potenzialmente agevolabili.

Dall’esame di talune casistiche specifiche, risulta che solo i distributori di ultima generazione posseggono le caratteristiche tecnologiche richieste dalla normativa (i cosiddetti 5+2 requisiti).

L’iperammortamento richiede inoltre che i distributori soddisfino gli standard di compliance fiscale previsti dagli appositi provvedimenti dell’agenzia delle entrate.