Arriva la proroga, spesometro al 16 ottobre 

Al ministero dell’Economia vogliono archiviare in fretta questa brutta pagina del nuovo fisco digitale vissuta nelle ultime due settimane con lo spesometro. Così, come anticipato dal Sole 24 Ore lunedì sul sito web, il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, ha firmato ieri il Dpcm che consente a professionisti e imprese di inviare i dati di fatture e corrispettivi entro il 16 ottobre; da sottolineare che dal 18 settembre – iniziale data per lo spesometro nuova versione – ad oggi ci sono state quattro date e tre proroghe. La possibilità di andare oltre la proroga tecnica del 5 ottobre concessa dal neodirettore delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini, consentirà all’amministrazione finanziaria e, soprattutto al partner tecnologico Sogei, di gestire il flusso di dati nell’arco dei prossimi dieci giorni senza nuove emergenze. Per il presidente dei commercialisti Massimo Miani va bene la proroga a metà ottobre – peraltro chiesta dai commercialisti già a luglio – «ma resta il nodo sanzioni» su cui si era ventilata una sospensione mai arrivata.