Iva precompilata per gli autonomi

Arriva la dichiarazione Iva precompilata per professionisti, artigiani e commercianti. A portarla in dote sarà l’introduzione della fatturazione elettronica tra i privati che entrerà in vigore per tutti dal 1° gennaio prossimo e per carburanti e subappaltatori dal 1° luglio 2018. Ma la precompilata Iva è solo una delle semplificazioni degli adempimenti legati all’arrivo dell’e-fattura prevista dalla legge di bilancio. Autonomi e professionisti potranno dire addio anche al registro dei corrispettivi e, chiedendo l’assistenza on line all’agenzia delle Entrate, potranno vedersi restituire i prospetti di liquidazione periodica Iva, la bozza di dichiarazione annuale e di quella dei redditi nonché le bozze dei modelli F24 di versamento con le imposte da versare, compensare o richiedere a rimborso. Inoltre, si potrà ottenere uno sconto sul periodo di decadenza degli accertamenti in caso di pagamenti tracciati superiori a 500 euro. Per tutte le partite Iva, poi, saranno aboliti spesometro, modelli Intrastat e i rimborsi d’imposta saranno accelerati. I tecnici di palazzo Chigi e del ministero dell’Economia sono al lavoro per affinare e limare l’articolato della legge di bilancio che la prossima settimana approderà al Senato (dopo il voto sulla legge elettorale). Tra le misure sottoposte al vaglio politico e tecnico restano soprattutto la cessione dei crediti fiscali di Equitalia, i fondi per il made in Italy e il credito d’imposta per la formazione relativa a industria 4.0. Sul bonus hi-tech lo Sviluppo economico proverà a giocare l’ultima carta per convincere Ragioneria e Padoan della sostenibilità della misura: in queste ore sarà inviata al Mef una nuova proposta con