Terzo settore, riforma allo sprint

Uno sprint per completare l’attuazione della riforma del Terzo settore. Sono in fase di elaborazione quattro atti normativi: il decreto interministeriale per individuare i criteri e i limiti delle attività strumentali e secondarie esercitate dagli enti del Terzo settore; un decreto del presidente del Consiglio dei ministri (Dpcm) per definire modalità e termini per l’accesso al riparto del cinque per mille per il quale il fondo da 500 milioni è diventato strutturale; gli atti normativi di attuazione dell’impresa sociale; il decreto interministeriale sul credito d’imposta per le fondazioni bancarie che finanziano il sistema dei centri di servizio del volontariato. A questo si aggiungono anche i chiarimenti che l’agenzia delle Entrate fornirà sulle questioni fiscali relative al Terzo settore in occasione di Telefisco del Sole 24 Ore il prossimo 1° febbraio.