Iperammortamento semplice  

L’ analisi tecnica, documento che accompagna la perizia del tecnico, indispensabile per ottenere iperammortamento del 250% non deve essere giurata. Rimane un documento confidenziale tra perito e impresa, ma l’elaborato peritale deve contenere il rinvio all’analisi tecnica effettuata.

Lo ha confermato l’ Agenzia delle entrate nel corso del Videoforum 2018 di ItaliaOggi (si veda ItaliaOggi di ieri).Il dubbio era emerso poiché nella circolare n. 547750 del 15/12/2017, il ministero dello sviluppo economico aveva specificato che la perizia giurata (o l’attestazione di conformità), deve contenere menzione e rinvio all’analisi tecnica redatta in maniera confidenziale dal professionista (o dall’ente).

I tecnici si sono posti il dubbio se l’ analisi tecnica su cui poggia la perizia giurata dovesse essere anch’essa giurata. Molti tecnici a fine anno hanno giurato o inviato per Pec anche l’analisi tecnica, probabilmente, visto il poco tempo a disposizione, impostata in maniera frettolosa. Il fatto di non doverla giurare, permette ai tecnici di apportare aggiunte e specifiche anche successivamente, senza dover ripassare dal tribunale o dal notaio ogni volta.