Pmi, corsa a ostacoli per gli incentivi alla capitalizzazione

La tassazione “uniforme” al 26% può costare cara alle piccole società di capitali.

L’allineamento del prelievo sui redditi da partecipazioni qualificate – introdotto dalla legge di Bilancio 2018 – può far lievitare l’incidenza della tassazione anche più dell’8% sugli importi meno elevati.

Un esempio può chiarire le cifre in gioco. Immaginiamo un’ipotetica impresa di autotrasporti, la Riletti Srl, che distribuisca 20mila euro ai soci: con le regole 2017, il tax rate su queste somme si ferma al 35,2% (pari a 7.040 euro); con la versione 2018, aumenta al 43,8% (8.760 euro). Un rincaro di 1.720 euro. E se nel conteggio si include la variabile dei contributi previdenziali per gli artigiani, il divario diventa ancora più pesante, con un aumento di 2.920 euro.