E-fattura con partenza semplificata

È tutto pronto o quasi. La parola d’ordine tra le Entrate e il suo partner tecnologico Sogei è semplificare e ridurre tanto gli oneri quanto gli adempimenti.

Lo stesso direttore delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini, ha chiesto e ottenuto dall’intera struttura il rispetto del termine dei 60 giorni tra l’emanazione di un provvedimento attuativo e la scadenza del nuovo obbligo tributario così come prevede lo Statuto del contribuente.

Un lavoro frutto di tre mesi intensi di confronti, riunioni e forum con le associazioni di categoria che ora sarà tradotto nel provvedimento con cui l’agenzia delle Entrate tra il 2 e il 3 maggio, così come prevede la manovra di bilancio per il 2018, fisserà tempi e modalità di applicazione della fatturazione elettronica tra privati destinata a debuttare il 1° luglio per carburanti e subappalti e dal 2019 per tutte le partite Iva.

Il provvedimento fisserà anche i criteri per soddisfare tutti gli obblighi di conservazione delle fatture elettroniche nonché dei documenti informatici trasmessi attraverso il Sistema di interscambio (Sdi).