Per lo spesometro la cadenza naturale diventa semestrale

Spesometro con cadenza semestrale. Lo prevede l’articolo 11 del Dl 87/2018, che da un lato ha confermato quanto già stabilito dal Dl 148/2017 sulla facoltà di trasmettere i dati con cadenza semestrale e dall’altro ha precisato che i dati relativi al terzo trimestre 2018 possono essere trasmessi entro il 28 febbraio 2019.

In sostanza, indipendentemente dalla periodicità scelta, trimestrale o semestrale, i dati delle operazioni registrate nel periodo compreso tra il 1° luglio e il 31 dicembre 2018 potranno essere trasmessi entro il 28 febbraio del 2019.

La precisazione scioglie i dubbi sulle modalità con cui l’opzione per la trasmissione semestrale doveva essere esercitata, in quanto né la norma né il relativo provvedimento (29190/2018) avevano chiarito nulla in merito. Ora il termine per lo spesometro del terzo trimestre 2018 coincide con la scadenza semestrale e quindi appare superfluo prevedere le modalità di esercizio dell’opzione.

Si ricorda che il 30 settembre scade il termine per trasmettere i dati delle fatture emesse e ricevute nel primo semestre 2018; per coloro che hanno provveduto ad inviare entro maggio i dati per il primo trimestre, il termine riguarda solo i dati del secondo trimestre.