Nuova chance-rottamazione per 750mila cartelle del 2017

Tre chiamate per i pagamenti della rottamazione. Martedì 31 luglio scade il termine della prima o unica rata della rottamazione-bis per i carichi affidati alla riscossione dal 1° gennaio al 30 settembre 2017, il termine della quarta rata della prima rottamazione e quello per mettersi in regola con le rate non versate e salire sul treno della rottamazione-bis a partire dal prossimo autunno.

Procediamo con ordine.

Sono innanzitutto chiamati ad effettuare il pagamento entro il 31 luglio 2018 dell’unica o della prima rata coloro che entro il 15 maggio 2018, intendendo aderire alla rottamazione-bis, hanno presentato istanza per la definizione agevolata dei carichi affidati all’agente della riscossione dal 1° gennaio al 30 settembre 2017 e che hanno scelto di versare gli importi dovuti in un’unica soluzione o in cinque rate.

Secondo i dati diffusi ieri da Agenzia delle Entrate-Riscossione (Ader) sono 714mila le cartelle relative a carichi affidati alla riscossione da gennaio a settembre 2017 per cui è stata chiesta la rottamazione-bis: si tratta del 16% del totale (4,46 milioni di cartelle). Inoltre il 76% ha chiesto di pagare in cinque rate, il 10% tra due e quattro rate e il 14% in un’unica rata.

Entro martedì dovranno poi versare la quarta rata pari al 15% delle somme dovute i contribuenti che hanno aderito alla prima rottamazione presentando l’istanza e hanno scelto di pagare in cinque tranche. Sugli importi dilazionati sono dovuti i relativi interessi, previsti nella misura del 4,5% annuo, da calcolare dal 1° agosto 2017. La quinta e ultima rata sarà invece dovuta entro il 30 settembre 2018 per il restante 15 per cento.