Da oggi le richieste per i voucher «digitalizzazione»

Da oggi 14 settembre diventa operativa la piattaforma del ministero dello Sviluppo economico per richiedere l’erogazione del voucher digitalizzazione. La misura di aiuto, disciplinata dal decreto interministeriale del 23 settembre 2014, è destinata alle micro, piccole e medie imprese per l’adozione di interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico.

L’incentivo è riconosciuto sotto forma di voucher, di importo non superiore a 10mila euro, a copertura del 50% del totale delle spese ammissibili.

Il 1° giugno è stato emanato il decreto direttoriale con cui è stato reso noto l’elenco, distinto per regione, di tutte le imprese ammesse al contributo, con l’indicazione dell’importo del voucher assegnato.

Successivamente, un nuovo decreto del 26 luglio ha integrato l’elenco dei beneficiari a seguito delle verifiche eseguite in merito alla corrispondenza tra gli aiuti de minimis dichiarati in sede di domanda e quelli registrati nel Registro nazionale degli aiuti di Stato (www.sviluppoeconomico.gov.it).

Inizialmente, la disciplina dell’agevolazione prevedeva che le spese ammesse a contributo fossero saldate non oltre il 14 settembre, data a partire dalla quale è possibile presentare la richiesta di erogazione dell’incentivo. Tuttavia, con un decreto del 1°agosto è stato, da un lato, prorogato il termine per il saldo delle spese ammissibili fino al 14 dicembre e, dall’altro, differito il termine ultimo per la presentazione delle richieste di erogazione al 14 marzo 2019.

Per richiedere l’erogazione del voucher assegnato le imprese, quindi, debbono assicurarsi di aver interamente saldato tutti i titoli di spesa relativi al progetto finanziato indicato in domanda.