Slittano i termini per l’adesione al servizio di consultazione delle fatture elettroniche e acquisizione dei duplicati informatici. La funzionalità partirà dal 31 maggio 2019 e non più dal 3 maggio. Al contempo, gli operatori, gli intermediari e i consumatori finali avranno più tempo per aderire al servizio: non più entro il prossimo 3 luglio, bensì entro il 2 settembre 2019. È quanto ha stabilito un provvedimento dell’Agenzia delle entrate, firmato nella giornata di ieri.
È stato così rivisto il calendario fissato dall’amministrazione finanziaria con il provvedimento del 21 dicembre 2018. In tale occasione, recependo i rilievi mossi dal Garante della privacy, l’Agenzia aveva previsto che fossero i contribuenti a dover fornire l’assenso all’accesso all’area riservata del sito internet delle Entrate in cui le e-fatture sono memorizzate. Il «lasciapassare» può essere emesso anche a favore di un intermediario.