L’operazione mette in comune il patrimonio di esperienze e competenze e ha un duplice valore positivo: Crescere Insieme prosegue un cammino durato 16 anni, AVSI acquisisce nuovi Paesi di operatività all’estero.

Il 21 marzo scorso è stato sottoscritto, dopo un percorso di lavoro di due anni, l’atto di cessione a Fondazione AVSI dell’Ente Autorizzato “Crescere Insieme”, associazione per le adozioni internazionali, con sede a Lissone (MB), costituita nel 1999 da Gian Giacomo Corno, commercialista e fondatore dello Studio Corno – Consulenti, Commercialisti e Avvocati Internazionali.

Si tratta di un’operazione dal duplice valore positivo: per Crescere Insieme significa proseguire un cammino durato 16 anni, che ha consentito a più di 350 famiglie di accogliere minori provenienti da Paesi stranieri, e di farlo senza abbandonare il sogno originario, che confluisce nell’operato di una realtà che continuerà a seguire le medesime finalità. La cessione regala inoltre a Crescere Insieme un forte simbolo di continuità: al fondatore, che durante la sua vita ha dedicato tempo, energia, cuore e risorse a questa impresa, verrà dedicata una scuola nell’ambito di un progetto di cooperazione di Fondazione AVSI nel mondo.

Ad AVSI l’operazione consente di acquisire nuovi Paesi di operatività all’estero (in particolare Ucraina, Azerbaijan, Madagascar e Uzbekistan), il che significa una più ampia offerta per le famiglie aspiranti adottive e maggiori possibilità per i minori svantaggiati di tali contesti.

L’unione inoltre permette di mettere in comune il patrimonio di esperienze e specifiche competenze che ciascuno, nel proprio percorso, ha accumulato.

Questo assume una particolare rilevanza in un momento in cui il mondo delle adozioni internazionali si trova in una fase di cambiamento. La diminuzione del numero di famiglie disposte ad accogliere minori provenienti dall’estero è un fattore che sta mettendo a dura prova gli Enti autorizzati. E il numero sempre considerevole di bambini bisognosi di una famiglia spinge a ripensare le nostre strategie, la nostra proposta ed il nostro stile.

Fondazione AVSI da tempo sta investendo risorse su questo fronte, nell’interpellare cioè le ragioni dell’attuale rallentamento, nell’analizzare i fattori di fragilità della congiuntura internazionale e nel definire le risposte più adeguate a fronteggiare tutto ciò, per consentire ai milioni di minori di accedere ad un futuro migliore. La costruzione di alleanze e intese con altri operatori è una di tali risposte. In questa ottica Fondazione AVSI conferma dunque che la migliore risposta alla crisi è l’espansione; potenziando l’offerta dei servizi alla genitorialità e l’incremento delle proprie sedi territoriali, con l’apertura della nuova sede di Firenze, due filoni di lavoro che stanno impegnando l’azione dei nostri operatori in questa prima metà del 2019.