Spese mediche non detraibili se fatte con pagamenti su piattaforma online

Gli «altri sistemi di pagamento» ammissibili per il pagamento degli oneri detraibili sono solo quelli che «garantiscano la tracciabilità e l’identificazione del suo autore al fine di permettere efficaci controlli da parte dell’Amministrazione Finanziaria». I pagamenti con i sistemi di “moneta complementare” non darebbero tale garanzia e, pertanto, le spese sostenute su tali circuiti sarebbero indetraibili.

Lo afferma l’agenzia delle Entrate nella risposta n. 180 pubblicata ieri, riguardante l’obbligo generalizzato introdotto dalla legge di Bilancio 2020, che a partire da quest’anno condiziona tutte le detrazioni fiscali alla tracciabilità del pagamento