Aumenti di capitale: il bonus attende certezze dal Fisco

Ancora al palo la corsa agli aumenti di capitale agevolati dall’articolo 26 del Dl 34/2020 (decreto Rilancio). I contribuenti attendono il provvedimento attuativo delle Entrate sui due click-day attraverso i quali verrà determinato l’esatto importo del bonus. Per deliberare, sottoscrivere e versare interamente la ricapitalizzazione restano ormai poco più di tre mesi di tempo.

Istruzioni necessarie

Il tax credit per gli aumenti di capitale delle società con ricavi 2019 compresi tra 5 e 50 milioni e con riduzione dei ricavi di marzo-aprile 2020 almeno del 33% sul corrispondente bimestre 2019, incentiva, con due distinti bonus, uno per i soci e l’altro per la società conferitaria, le operazioni che saranno effettuate entro il prossimo 31 dicembre.

Le disposizioni attuative della norma sono pervenute solo da alcune settimane con la pubblicazione del decreto del ministero dell’Economia 10 agosto 2020, sicché l’arco temporale a disposizione per pianificare e realizzare la ricapitalizzazione risulta assai ristretto.

Il Dm ha stabilito che, al fine di verificare il rispetto del tetto di spesa stanziato dal Dl 34 (2 miliardi di euro) occorrerà effettuare una duplice prenotazione telematica: prima quella dei soci e poi quella della società. In questo ordine, l’Agenzia attribuirà i crediti effettivamente spettanti, seguendo, laddove le richieste superassero le disponibilità, l’ordine cronologico degli invii (click-day).

La particolare complessità dei calcoli e dei meccanismi necessari per conoscere l’importo spettante richiederebbe, se si intende realmente incentivare queste ricapitalizzazioni, che venissero tempestivamente diffuse le istruzioni su tempi e modalità delle comunicazioni del credito prenotato.

Sarebbe inoltre auspicabile che venisse consentito (fermo restando il termine del 31 dicembre 2020 per la delibera e la sottoscrizione), a differenza di quanto indica l’articolo 2, lettera e), del Dm, che il versamento dei decimi residui possa essere effettuato entro la data di approvazione del bilancio 2020 (e dunque prima della trasmissione della prenotazione).