Dividendi alle società semplici anche nel 2019 tassati in parte

Risolto in modo lineare il problema dei dividendi percepiti dalle società semplici nel 2019. Sono state infatti modificate le istruzioni al quadro RL della dichiarazione dei redditi modello SP per confermare che i dividendi percepiti nell’intero anno solare 2019 concorrono a formare il reddito della società semplice nelle seguenti misure:
– 40% per i dividendi formati con utili prodotti dalla società o ente partecipato fino all’esercizio in corso al 31 dicembre 2007;
– 49,72% per i dividendi formati con utili prodotti a partire dall’esercizio successivo a quello in corso al 31 dicembre 2007 e fino all’esercizio in corso al 31 dicembre 2016;
– 58,14% per i dividendi formati con utili prodotti a partire dall’esercizio successivo a quello in corso al 31 dicembre 2016 e fino all’esercizio in corso al 31 dicembre 2019.
• L’aggiornamento delle istruzioni applica il regime transitorio previsto dall’articolo 32-quater, comma 2-bis del Dl 124/19 come modificato dall’articolo 28 del Dl 23/2020.
È ora chiaro che i dividendi percepiti nel 2019 dalla società semplice concorrono solo parzialmente (nelle misure sopra riportate) e non integralmente a formare il reddito della società stessa da imputare per trasparenza ai propri soci.
• È anche chiarito che il regime di «trasparenza pura» la cui applicazione era originariamente prevista dal 25 dicembre 2019 opera solo per i dividendi percepiti dal 1° gennaio 2020 purché formati con utili prodotti a partire dall’esercizio successivo a quello in corso al 31 dicembre 2019.