Società di comodo, immobiliari tutte a rischio di «incongruità»

La normativa sulle società di comodo individua due macro categorie di soggetti commerciali collettivi che possono esserne affetti: le società non operative, che non conseguono ricavi ritenuti congrui in rapporto al proprio attivo patrimoniale, e quelle in perdita sistematica che, considerati cinque periodi d’imposta consecutivi, in almeno 4 conseguono una perdita fiscale e nel quinto ancora una perdita oppure un reddito inferiore a quello minimo.

In estrema sintesi, le società che sono considerate di comodo al ricorrere di uno dei due presupposti, la non operatività o la condizione di perdita sistematica, sono tenute a dichiarare un reddito minimo anch’esso determinato in rapporto alla consistenza del proprio attivo patrimoniale.

Ma è evidente come la contrazione delle attività causata dalla pandemia Covid-19 determinerà per molte società una significativa diminuzione dei propri ricavi, con un consistente rischio di non raggiungere la congruità degli stessi e venire considerate non operative; oppure, o in aggiunta, porterà a chiudere il periodo d’imposta 2020 in perdita fiscale, con la possibilità di essere attratte nella disciplina delle società di comodo anche perché in perdita sistematica.

I correttivi
Proprio questa consapevolezza aveva spinto il legislatore ad introdurre nel Decreto “Cura Italia” una norma destinata alla disapplicazione delle disposizioni in materia di società non operative e in perdita sistematica per il periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2020. In sede di conversione, tuttavia, la disposizione è stata eliminata per mancanza di coperture finanziarie.

È pur vero che la normativa in vigore contiene anche una serie di clausole specifiche di disapplicazione automatica, e in alcuni casi la mancata previsione di disapplicazione generale potrà essere superata. Ma poiché la sospensione non è stata disposta per tutti, molte società si troveranno nella difficile situazione di non poter superare il test di operatività a causa della forte contrazione dei propri ricavi.