A partire dal 1° luglio 2021, cambiano le modalità di applicazione dell’Iva per le vendite a distanza in ambito comunitario.
Per vendite a distanza intracomunitarie si intendono tutte le cessioni di beni effettuate verso privati,  a mezzo canali telematici quali internet, telefono e cataloghi. Con spedizione da paese UE verso un altro paese Ue, a cura del cedente, sia con  mezzi propri che tramite corriere.

Le principali novità introdotte riguardano:

  • tutti i soggetti che effettuano vendite a distanza per un importo complessivo annuo superiore a 10.000€ sono soggetti alla nuova normativa;
  • è stata modificata anche la normativa inerente l’ importazione di beni non significativi di valore entro 150€, abolendone l’esenzione Iva.