Rivalutazioni al 3% senza forzare Redditi

Anche le società con esercizio a cavallo d’anno, e con bilancio 2019 approvato successivamente al 14 ottobre 2020, possono presentare il modello dichiarativo 2020 senza forzature, indicando come imposta sostitutiva dovuta quella derivante dall’applicazione dell’aliquota del 3% senza che il sistema segnali errori. Vediamo perché. La legge di conversione del Dl 104/2020 (decreto Agosto), integrando il comma 2 dell’articolo 110, ha previsto che la rivalutazione dei beni – nonché il riallineamento disciplinato dall’articolo 14 della legge 342/2000 – potessero facoltativamente essere eseguiti nel bilancio dell’esercizio in corso al 31 dicembre 2019, a condizione che esso fosse approvato successivamente al 14 ottobre 2020 e che i beni che ne fossero oggetto risultassero dal bilancio dell’esercizio precedente.

Queste società, se hanno terminato il periodo d’imposta anteriormente al 31 dicembre 2020, dichiarano le risultanze di tale periodo con il modello Redditi SC 2020. Il problema che si presentava a livello dichiarativo era che in questo modello (diversamente dal modello Redditi 2021) non prevedeva un rigo nel quadro RQ con l’imposta sostitutiva del 3%, ma solo quello con l’aliquota del 12% previsto dalla legge di Bilancio 2020.

Tuttavia, con un aggiornamento delle relative istruzioni del 9 novembre 2020, l’Agenzia ha previsto che, nel caso specifico, l’impresa indichi nella casella «Situazioni particolari» del frontespizio il codice 1 e riporti l’importo dell’intera rivalutazione eseguita (o del riallineamento) come evidenziato dalle istruzioni, in una sola delle categorie omogenee di beni (atteso che la rivalutazione del decreto Agosto non conosce tale suddivisione).

Contemporaneamente sono state aggiornate anche le specifiche tecniche, in modo da permettere il calcolo all’aliquota del 3 per cento. Quindi, anche se guardando il modello non sembra (come segnalato al giornale da alcuni lettori), la criticità è stata risolta tempestivamente intervenendo sulle istruzioni e, soprattutto, sulle specifiche tecniche.