Obiettivo della misura è valorizzare e rilanciare i marchi nazionali con domanda di deposito antecedente il 1°gennaio 1967 presso l’UIBM o presso l’EUIPO. Sono ammissibili alle agevolazioni previste le Piccole e Medie Imprese con i requisiti previsti in allegato.

Il progetto deve riguardare la valorizzazione di un marchio di cui l’impresa richiedente l’agevolazione, alla data di presentazione della domanda, sia titolare o in possesso di un accordo di licenza esclusiva e totale con un soggetto che ne detiene la titolarità.

Le agevolazioni sono concesse nella forma di contributo in conto capitale in misura massima pari all’80% delle spese ammissibili fino a un massimo di Euro 65.000 per l’acquisizione di servizi specialistici e del 50% per l’acquisto di macchinari, attrezzature e software fino a un massimo di Euro 15.000.

Il progetto di valorizzazione compilato utilizzando il modello predisposto può prevedere due fasi:

  • Fase1 OBBLIGATORIA: Valorizzazione produttiva e commerciale del marchio
  • Fase2 FACOLTATIVA: servizi di supporto

FASE 1 – VALORIZZAZIONE PRODUTTIVA E COMMERCIALE DEL MARCHIO

La Fase 1, obbligatoria, prevede agevolazioni per attività volte alla valorizzazione produttiva e commerciale del marchio e dei prodotti/servizi ad esso correlati.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese per:

    1. Realizzazione di prototipi e stampi.
    2. Acquisto di nuovi macchinari e attrezzature ad uso produttivo nonché hardware, software e tecnologie digitali funzionali all’ammodernamento e all’efficientamento produttivo, strettamente connessi allo sviluppo del progetto.
  1. Consulenza tecnica finalizzata all’ammodernamento e all’efficientamento della catena produttiva, strettamente connessa allo sviluppo del progetto, anche dal punto di vista energetico – ambientale.

FASE 2 – SERVIZI DI SUPPORTO

La Fase 2, facoltativa, prevede agevolazioni per attività volte al rafforzamento del marchio, alla sua estensione a livello comunitario, internazionale nonché all’ampliamento della sua protezione mediante la registrazione dello stesso marchio in ulteriori classi di prodotti/servizi in coerenza con l’oggetto sociale della PMI richiedente l’agevolazione.

SPESE AMMISSIBILI

Se accompagnate dalla richiesta di almeno un altro servizio di cui alla Fase 1, sono ammissibili le spese per:

    1. Consulenza per l’attività di sorveglianza mondiale del marchio effettuata nel corso della durata del progetto, per monitorare e prevenire azioni di contraffazione.
    2. Consulenza legale per la tutela da azioni di contraffazione del marchio, di cui al punto 6 del Bando.
    3. Consulenza per la realizzazione di ricerche di anteriorità del marchio, di cui al punto 6 del Bando, finalizzate alla sua estensione a livello comunitario o internazionale.
    4. Consulenza per la realizzazione di ricerche di anteriorità del marchio, di cui al punto 6 del Bando in ulteriori classi di prodotti/servizi.
  • Tasse di deposito presso UIBM o presso EUIPO.
  • Tasse sostenute presso UIBM o EUIPO e presso OMPI per la registrazione internazionale.
  • Assistenza per il deposito.

 

Le spese relative alle precedenti lettere “c”, “d”, “e”, “f” e “g” possono essere riconosciute solo a fronte dell’avvenuto deposito della domanda di registrazione del marchio e della sua successiva pubblicazione nei bollettini UIBM o EUIPO

Le risorse sono assegnate con procedura valutativa a sportello. Il Form per l’assegnazione del numero di protocollo per la partecipazione al Bando sarà attivo a partire dalle 9,00 del 4 aprile 2017.

Per informazioni contattare CIS Centro Studi Impresa (tel 0341/583222)