L’Assegno Unico, approvato il 18 novembre dal Consiglio dei Ministri tramite decreto legislativo, offrirà un beneficio economico a tutte le famiglie per ogni figlio a carico, sulla base dell’Indicatore della situazione economica equivalente (Isee) del nucleo familiare di appartenenza, con criteri di universalità e progressività.

Il decreto deve ricevere ancora l’approvazione definitiva del Parlamento, prevista entro fine anno, e pertanto, potrebbero essere apportate delle modifiche al provvedimento.

Dal 1° gennaio 2022 i lavoratori dipendenti ed autonomi che vorranno usufruire del beneficio, dovranno predisporre il calcolo dell’ISEE ed effettuare la richiesta all’Inps.

Fermo restando che, dovrebbero rimanere in vigore le detrazioni per i figli e gli assegni per il nucleo familiare per i mesi di gennaio e febbraio 2022, tuttavia, rimaniamo in attesa di avere ulteriori informazioni circa la loro modalità di erogazione e richiesta, in quanto alla data odierna non possiamo dare per scontato, che i lavoratori sulla busta paga di gennaio, trarranno ancora il vantaggio delle prestazioni percepite fino ad oggi.