Il decreto Ristori ter (D.L. n. 154/2020) è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale ed è entrato in vigore il 24 novembre 2020.

Il testo interviene con un ulteriore stanziamento di risorse, destinato ai settori più direttamente interessati dalle misure restrittive, adottate con i DPCM 24 ottobre 2020 e 3 novembre 2020.

Le misure principali riguardano:

  • l’incremento di 1,45 miliardi, per il 2020, della dotazione del Fondo previsto dal Decreto Ristori-bis per compensare le attività economiche che operano nelle Regioni che passano a una fascia di rischio più alta;
  • l’inclusione delle attività di commercio al dettaglio di calzature tra quelle che, nelle zone rosse, sono destinatarie del contributo a fondo perduto;
  • l’istituzione di un Fondo con una dotazione di 400 milioni di euro, da erogare ai Comuni, per l’adozione di misure urgenti di solidarietà alimentare;
  • l’aumento di 100 milioni per il 2020 della dotazione finanziaria del Fondo per le emergenze nazionali, allo scopo di provvedere all’acquisto e alla distribuzione di farmaci per la cura dei pazienti affetti da Covid-19.