PACCHETTO FISCO

Misure fiscali a sostegno della liquidità delle famiglie e delle imprese

Il D.L. introduce, una serie di agevolazioni per le imprese appartenenti alle diverse categorie produttive, per fronteggiare l’emergenza COVID-19 e sopperire alla forte riduzione di liquidità dovuta al blocco delle attività. A tali misure si affiancano misure di sospensione dei termini delle attività degli uffici ed enti impositori, disposizioni in materia di contenzioso, misure a supporto di specifici settori produttivi, premi ai lavoratori dipendenti che prestano servizio presso la sede di lavoro, previsioni di crediti di imposta.

Le principali misure adottate dal D.L. Cura Italia in ambito fiscale:

  • Sospensione al 31/5/2020, senza limiti di fatturato, per i settori più colpiti, dei versamenti delle ritenute, dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria per i mesi di marzo e aprile, insieme al versamento Iva di marzo. I settori interessati sono: turistico-alberghiero, termale, trasporti passeggeri, ristorazione e bar, cultura (cinema, teatri), sport, istruzione, parchi divertimento, eventi (fiere/convegni), sale giochi e centri scommesse
  • Sospensione dei termini degli adempimenti e dei versamenti fiscali e contributivi per contribuenti con fatturato fino a 2 milioni di euro (versamenti IVA, ritenute e contributi di marzo);
  • Differimento scadenze– per gli operatori economici ai quali non si applica la sospensione, il termine per i versamenti dovuti nei confronti delle pubbliche amministrazioni, inclusi quelli relativi ai contributi previdenziali ed assistenziali ed ai premi per l’assicurazione obbligatoria, dal 16 marzo viene posticipato al 20 marzo;
  • Disapplicazione della ritenuta d’acconto per professionisti senza dipendenti, con ricavi o compensi non superiori a euro 400.000 nel periodo di imposta precedente, sulle fatture di marzo e aprile;
  • Sospensione dei termini per la riscossione di cartelle esattoriali, per saldo e stralcio e per rottamazione-ter, sospensione dell’invio nuove cartelle e sospensione degli atti esecutivi.

 

Nel seguente documento si riportano i dettagli di queste misure: