Il decreto Sostegni utilizza totalmente le risorse dell’ultimo scostamento di bilancio da 32 miliardi di euro e rinnova un sistema di sostegni per professionisti e imprese.
Il testo del decreto Sostegni (D.L. n. 41/2021) è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale ed è entrato in vigore dal 23 marzo.

Le principali novità, tra le misure fiscali e di sostegno alle imprese, riguardano:


Contributo a fondo perduto per imprese e professionisti che nel 2020 hanno perso almeno il 30% del fatturato medio mensile rispetto al 2019 e come fare domanda
– Eliminato il riferimento ai codici ATECO e innalzata a 10 milioni di euro la soglia massima di fatturato dei soggetti beneficiari del contributo a fondo perduto
Fondo per autonomi e professionisti – Aumento di 1,5 miliardi del Fondo per l’esonero dei contributi previdenziali
 Periodo di sospensione dei termini di versamento
Definizione agevolata degli avvisi bonari sui periodi di imposta 2017 e 2018 per i soggetti che hanno subito un calo del volume d’affari del 30% rispetto al 2019
– Cancellazione delle cartelle esattoriali fino a 5.000 euro del periodo 2000-2010 per i soggetti con reddito inferiore a 30.000 euro

Le principali novità in materia di lavoro riguardano:

– Ammortizzatori sociali
– Divieto di licenziamento
– Contratti a termine